ricexperience

turisti nel riso

Hai voglia di scoprire un territorio caratterizzato da una grande tradizione rurale, cascine storiche, Musei e abbazie? lasciati ispirare dagli spazi della campagna e dai suoni che riportano indietro nel tempo.

Ricexperience.it – Turisti nel riso

Image Alt

News

Il sake nero è un prodotto 100% piemontese. Nasce a Vercelli, ma questo Sake italiano parte dal riso vercellese, prende ispirazione dalla tradizionale bevanda orientale e si fa contaminare dalle antiche produzioni birraie piemontesi e dal vermouth, che ha fatto conoscere Torino nel mondo intero. La spinta di tutto arriva dall'azienda agricola GliAironi. https://www.youtube.com/watch?v=HaL8yJZM-iw Tutto inizia dal riso Penelope, integrale nero denominato "Riserva Artigianale" Si tratta di una bevanda alcolica (tra i 13 e i 18 gradi) che si produce dal riso grazie a una doppia fermentazione ottenuta con un microrganismo (il koji) e un lievito (il kobo) ricalcando il processo produttivo della birra. Il riso non è un riso qualunque, ma il riso nero integrale

In occasione della XV edizione del Cicogna Day, siamo lieti di collaborare con la LIPU sezione Biella Vercelli per una giornata in terra di Baraggia. Cicogna Day Baraggia, domenica 16 giugno Ritrovo ore 9 alla Piazza del Peso di Rovasenda.L'itinerario alla scoperta dei nidi delle cicogne si potrà svolgere in auto o noleggiando una e-Bike per la sola mattinata Le tappe sono:- Cascina Nuova- Cascina Tabacco- Azienda biologica Molinia (creatrice della tecnica Riso Secondo Natura) dove oltre all'osservazione dei nidi saranno spiegate le tecniche innovative a basso impatto e senza uso di prodotti di sintesi (no chimica). Ci sarà per bambini un breve percorso da fare con il trattore giocattolo. Il gruppo in e-Bike si addentrerà nella Riserva delle

Proprio a Vercelli, capitale del riso italiano, fino al 9 giugno è in mostra la Magna Charta. Si tratta di un'occasione eccezionale: per la prima volta il documento arriva in Italia, al polo espositivo ARCA Ex Chiesa di San Marco! Ma perché proprio a Vercelli? Perché Guala Bicchieri, cardinale vercellese legato pontificio a inizio Duecento, fu inviato in Inghilterra a fare da reggente al re inglese Enrico III, salito al trono a soli 9 anni. E con le rendite di un'abbazia inglese pagò la costruzione dell'abbazia di Sant'Andrea a Vercelli, che a febbraio ha compiuto 800 anni. E perché Guala Bicchieri e Guglielmo il Maresciallo, tutori del re, siglarono le due versioni del 1216 e